Il mare nascosto

di Marcello Sannino
documentario/fiction, Italia, 40’

La spiaggia delle fabbriche è lo scenario delle storie narrate in questo film breve. Uno spiaggione maltrattato dall’incuria, il vicino depuratore non ha mai funzionato, così lo specchio d’acqua di tanto in tanto si tinge di giallo, come misteriosa eredità dei tempi in cui le fabbriche ormai chiuse sversavano i loro rifiuti in quelle acque martoriate. Guido Vecci con la sua famiglia (la moglie Giovanna, Marianna, Martina ed il piccolo Mattia) vivono in una casa su questa spiaggia, la finestra della cucina incornicia il mare come un quadro che cambia scenario continuamente. Il silenzio del mare, la violenza del mare, le storie del mare, la linea dell’orizzonte sempre lì, oltre il quale, ci dice Martina, forse c’è il vuoto, una cascata nel vuoto.

Una figura misteriosa, eterea e luminosa con i suoi capelli rosa, ci accompagna nella finzione: una festa di compleanno sulla spiaggia è l’occasione per l’incontro d’amore tra Dario e Riccardo. L’intensa amicizia tra Ivan e Antonio, nata come un colpo di fulmine dopo una partita di calcetto, svanisce con l’estate. La stagione dei cambiamenti per gli adolescenti. Chiara si annoia in classe e sogna di stare davanti al mare a leggere La vita nuova di Dante. Le poesie di Miriam e Virginia fanno da eco al rumore delle onde del mare.

Film realizzato nell’ambito del Piano Nazionale Cinema e Immagini per la Scuola promosso da Ministero della Cultura e Ministero dell'Istruzione e del Merito. Il linguaggio cinematografico e audiovisivo come oggetto e strumento di educazione e formazione – Azione c) Visioni Fuori Luogo A.S. 2022-23.

e-max.it: your social media marketing partner
Sede legale e operativa

Corso Umberto I, 228
80138 - Napoli

© copyright 2024 Parallelo 41 produzioni coop - All rights reserved - P. IVA 07910360630 - Codice univoco USAL8PV