Sub tuum praesidium

di Carlo Manzo e Francesco Romano
Sub tuum praesidium di Carlo Manzo e Francesco Romano
  • documentario, Italia, 2017, 52’
  • Film sviluppato nell’ambito di FILMaP - Atelier di cinema del reale

  • Un film scritto e diretto da
    Carlo Manzo e Francesco Romano
  • Prodotto da
    Parallelo 41 e Arci Movie
  • Montaggio
    Alessandra Carchedi
  • Fotografia
    Carlo Manzo e Francesco Romano
  • Suono e mix
    Giacomo Rende
  • Color correction
    Simona Infante
  • Musica
    “Sartoria” (Marco Cappelli, Andrea Monorchio)
  • Con
    Carmela, Concetta, Graziella e Francesco Sepe
  • Sinossi

    Il film racconta, lungo l'arco di un'annata, una famiglia di anziani in un piccolo centro all'ombra del Monte Somma. Il nucleo, formato da quattro componenti (i tre fratelli, Carmela, Concetta, Francesco e sua moglie Graziella) si sostiene grazie ai raccolti dei poderi adiacenti la casa. Carmela, la più anziana tra tutti e in precarie condizioni di salute, viene accudita da Graziella e Concetta come una mamma il proprio neonato. Francesco, invece, trascorre gran parte del suo tempo in campagna a vigilare sulle coltivazioni. Da buon capofamiglia sente forte il peso delle responsabilità e non può tollerare che qualcosa vada storto. Questa famiglia vive la propria quotidianità fatta di situazioni che, al pari di un rituale, si ripetono giorno per giorno. Due eventi, tuttavia, irrompono sulla loro quiete: le piante del noccioleto, principale fonte di guadagno del gruppo, tardano a germogliare mandando in crisi Francesco e le condizioni di Carmela peggiorano più velocemente del previsto, senza rimedio alcuno.
  • Note di regia

    Veniamo entrambi da piccole realtà dell'entroterra campano e abbiamo sentito il bisogno di raccontare i nostri luoghi partendo dalle nostre radici, legate a un universo rurale prossimo all'estinzione. Volevamo penetrare nella sfera umana di chi resiste al cambiamento, riflettendo su aspetti quali la religione (vissuta sinceramente in questi luoghi, spesso in maniera spettacolarizzata con le manifestazioni votive del cristianesimo), la famiglia (patriarcale, rispettando gerarchie e valori predeterminati), la terra, l'isolamento della vita di provincia. Il film è divenuto un viaggio nel quale i personaggi ci hanno condotto attraverso l’ultima dimensione dell’esistenza. Il nostro sguardo si è focalizzato in particolare sulla cura, testimonianza di un’umanità che, tramite valori ancestrali di convivenza, resiste alla crisi dei rapporti interpersonali della società contemporanea. Una cura che si estende dalla sfera umana, inevitabilmente caduca, alla natura (quasi a volerne preservare l’eternità).

  • Biografie dei registi

    Carlo Manzo e Francesco Romano, nati e cresciuti in provincia di Napoli, si conoscono alla facoltà di Arti Visive dell’Università degli studi di Salerno e iniziano la loro collaborazione nell’ambito dell’Atelier di cinema del reale di Filmap, diretto da Leonardo di Costanzo. Al termine del percorso didattico realizzano il loro primo corto documentario, "Senilis", in concorso al Napoli Film festival e vincitore al "Trofeo La Lanterna 2016" (Genova). Sub tuum praesidium è la loro opera prima.


Trailer


Gallery

Sub tuum praesidium di Carlo Manzo e Francesco Romano
Sub tuum praesidium di Carlo Manzo e Francesco Romano
Sub tuum praesidium di Carlo Manzo e Francesco Romano

Sede Legale
Via Angelo Camillo De Meis n.221
80147 - Napoli
Sede Amministrativa
Corso Riccardi - Cercola
c/o Studio Antonio Perna
Seguici su
© copyright 2018 Parallelo 41 produzioni coop - All rights reserved - p.iva 07910360630